Svizzera, Teosofia in

Dr. Theophile PASCAL


C’è stata un’attività teosofica continua in Svizzera dall’inizio del XX secolo. Nell’area francofona iniziò con le conferenze tenute a Ginevra dal teosofo francese Dr. Theophile PASCAL alla fine del 1900. Queste riunioni ben frequentate furono commentate dalla stampa locale e portarono già nel 1901 alla fondazione di logge affiliate alla sezione francese. Più o meno nello stesso periodo, gruppi teosofici furono creati nelle città svizzere di lingua tedesca (per esempio a Basilea nel 1902), ma erano legati all’opera di Rudolf STEINER, mentre la maggior parte delle logge di lingua francese seguiva decisamente la linea di Annie BESANT.

La nascita della Sezione Svizzera fu strettamente collegata alle crescenti differenze tra Steiner e Besant. Il 1° dicembre 1910, Annie BESANT concesse uno statuto che prevedeva la costituzione della Società Teosofica in Svizzera. Per raggiungere il numero richiesto di logge per una Società Nazionale, le quattro logge di Ginevra si divisero in sette logge che permisero alla neonata Sezione Svizzera di essere messa sotto il pieno controllo dei teosofi fedeli a Besant, che erano 61, mentre i gruppi svizzeri intorno a Steiner contavano 132 membri. Di conseguenza, sei logge svizzere rifiutarono di affiliarsi alla neonata Sezione Svizzera. Dopo la rottura con Steiner, la Sezione Svizzera cominciò a fondare filiali in aree di lingua tedesca (la prima a Zurigo nel 1916), ma la maggioranza dei teosofi svizzeri si è sempre trovata nelle aree di lingua francese, e così è anche oggi.

Fino al 1918, la sezione svizzera si sviluppò rapidamente: contava 198 membri nel 1913 e 362 membri cinque anni dopo. Nel 1912 era stato fondato uno Star Club per signore della classe operaia; nel 1916 fu lanciata una Legione del Karma e della Reincarnazione (sul modello del gruppo americano di Weller van Hook); nel 1917 fu aperto un ristorante vegetariano. Ma nel 1918 iniziò una grave crisi interna nella sezione svizzera che la indebolì notevolmente. Queste tensioni interne erano legate alle preoccupazioni per la difficile situazione finanziaria della sezione svizzera (spese eccessive) e al disaccordo sul modo in cui la sezione svizzera era condotta sotto la direzione del suo primo segretario generale, H. Stephani. Nel 1920 avvenne uno scisma e la Società Teosofica in Svizzera si divise in due gruppi, entrambi affiliati ad Adyar: la “Sezione Svizzera” e la “Federazione Internazionale”. I tentativi fatti da J. KRISHNAMURTI per riconciliare i due gruppi al Congresso di Vienna (1923) non ebbero successo. Tuttavia, nel 1926 il segretario generale si dimise e, dopo altri disordini, i due gruppi decisero finalmente di fondersi, ma i litigi avevano portato il numero dei membri a 120.

Dopo la fusione la sezione svizzera ricominciò a crescere e i suoi membri raggiunsero i 260 nel 1929, aiutati dagli sforzi di Anna KAMENSKY (1867-1952). Questa teosofa russa in esilio aveva creato nel 1924 a Ginevra la “Società Teosofica Russa fuori dalla Russia”, che fu accettata da Besant nel 1925 come equivalente di una Sezione Nazionale. Kamensky, che più tardi insegnò all’Università di Ginevra, tenne conferenze in tutta la Svizzera nel tentativo di stimolare la vita della Sezione svizzera e le fu affidata la responsabilità del Centro Teosofico Internazionale, la cui creazione fu decisa al Congresso di Bruxelles (1928).

Il 10° Congresso della Società Teosofica in Europa (1930) ebbe luogo a Ginevra; Besant e Charles W. LEADBEATER furono tra i partecipanti. Nel 1930 Georges Tripet (1903-1981) e sua moglie Rachel (1904-1980) arrivarono a Ginevra dove scoprirono gli insegnamenti teosofici e divennero attivi lavoratori, dedicando molte energie alla causa teosofica. Diventato Segretario Generale della Sezione Svizzera nel 1935, Georges Tripet contribuì notevolmente all’organizzazione del 4° Congresso Mondiale della Società Teosofica a Ginevra nel 1936. Il numero di membri della Sezione Svizzera rimase relativamente stabile durante quegli anni (315 membri nel 1937).

Avendo la Svizzera neutrale potuto mantenere la sua indipendenza durante la seconda guerra mondiale, la Società Teosofica non dovette sospendere le sue attività durante quegli anni bui, ma le circostanze non aiutarono la Sezione Svizzera ad espandersi (230 membri nel 1949). Il primo incontro teosofico europeo dopo la guerra si tenne in Svizzera nel luglio 1947, sotto la presidenza di Curuppumullage JINARĀJADĀSA. Nei decenni seguenti, il numero dei membri della sezione svizzera rimase piuttosto stabile: 205 membri nel 1967, 214 nel 1977. Mentre nel 1967 c’erano ancora filiali in più di mezza dozzina di città svizzere, oggi l’attività si concentra principalmente a Ginevra, dove la Società Teosofica ha la sua sede nazionale con una sala conferenze e una biblioteca. Alla fine degli anni ’80 c’erano meno di 100 membri, ma alla fine del secolo erano saliti a circa 150.

J.F.M.

© Copyright della Casa Editrice Teosofica, Manila

_______________________________________________________________________________________________________________

Per quanto riguarda le attività in Ticino e a Monte Verità consulta la conferenza :

Le attività contemporanee sono consultabili su questo sito

Vedi anche Mary Anderson che risiedeva a Ginevra nel comitato centrale di allora e ad Adyar mediando i fondi dalla Svizzera per l’ordine teosofico di servizio Internazionale : https://theosophicalsociety.org.au/articles/diagram-of-meditation

1/2/2022 : Diario del rappresentante presidenziale Andrea Biasca-Caroni

I lavori teosofici fervono in Svizzera : il gruppo di Zurigo cresce, a Ginevra ricominciano le riunioni in sede e una simpatizzante metterà a disposizione il suo castello per le riunioni presso Losanna : https://theosophiesuisse.org/2022/01/31/etudier-la-theosophie-dans-un-chateau-pres-de-lausanne/ . Intanto quì ad Ascona stiamo ultimando la ristrutturazione della sede Nazionale nella casa già appartenuta a Nell Walden e Luigi Pericle sul sedime di Walter Helbig : https://luigipericle.org/2018/05/10/una-casa-speciale-quella-di-luigi-pericle-gia-appartenuta-a-nell-walden/ . Il progetto di valorizzazione storica dal punto di vista teosofico si arricchisce quindi nel nostro territorio Elvetico.

Ricordo inoltre l’attività per la promozione dello studio dello spirituale nell’arte in collaborazione con l‘Archivio Luigi Pericle e la facoltà di Ermetica di Amsterdam con il Prof. Marco Pasi che prevede la realizzazione di un seminario presso l’hotel Ascona nel mesi di bassa stagione.

Presso l’archivio Luigi Pericle/sede della Società Teosofica Svizzera è possibile fare dei soggiorni di studio o stage universitari di laurea, master, dottorato con vitto e alloggio gratuiti per gli stagisti attivi in favore dell’Archivio Luigi Pericle, associazione senza scopo di lucro.

Consulta anche https://theosophyart.org/